Corso di Public Speaking di Pierpaolo Palladino

QUANDO: Dal 26 al 28 giugno; dal 30 al 1 luglio 2018

Parlare in pubblico, gestire una presentazione, comunicare con efficacia durante una riunione, dimostrandosi a proprio agio davanti ai propri colleghi durante un meeting sono abilità indispensabili nella vita lavorativa. Sono infatti doti che permettono di sviluppare leadership e autorevolezza, aiutando manager o professionisti a raggiungere i propri obiettivi e presentare i propri progetti. Il corso di public speaking fornisce gli strumenti per comunicare le proprie idee e farsi ascoltare, attraverso una metodologia che si basa su simulazioni continue, esercitazioni pratiche e utilizzo di materiale video.

DESTINATARI
Tutti coloro che devono parlare di fronte a un pubblico (riunioni ristrette o allargate, convegni, convention) e che desiderano acquisire sicurezza e raggiungere gli obiettivi della comunicazione.
PROGRAMMA
Parte prima teorica e pratica: 2 ore
•    Parlare con il corpo e con la voce: analisi dei linguaggi verbali e non verbali.
•    L’importanza dello sguardo, a chi ci rivolgiamo, come tener conto di tutto l’uditorio e non  inseguire solo il nostro pensiero.
•    Farsi sentire, farsi ascoltare, farsi capire.
•    Il tono della voce e il tono del discorso sono strettamente legati.
•    Il silenzio dell’ascolto e il rumore della distrazione.
Esercitazioni con gli allievi.
Esercitazione di lettura ad alta voce.
Simulazione di discorso improvvisato su un argomento a scelta del docente.

Parte seconda teorica e pratica: 2 ore
•    L’importanza di preparare bene l’intervento.
•    Elaborare i temi da presentare per coinvolgere il proprio pubblico.
•    Gestire la linea dell’attenzione.
Esercitazioni con gli allievi.
Lettura rapida ad alta voce ed estrapolazione dei dettagli essenziali da un testo.

Parte terza teorica e pratica: 2 ore
•    Le varie modalità di comunicazione.
•    La necessità e l’efficacia della sintesi.
Esercitazioni con gli allievi.
•    Improvvisazione di discorso con le diverse modalità indicate di volta in volta dal docente.
•    Individuare la struttura e il filo conduttore di un testo tramite le parole chiave.

Parte quarta teorica e pratica: 2 ore
•    Conoscere il proprio stile di comunicazione. Riconoscere lo stile comunicativo degli altri per adeguare il proprio approccio.
•    Tecnica delle domande, tecnica dell’ascolto, abilità di improvvisazione.
Esercitazioni con gli allievi.
•    Esercizio di sintesi e abilità: raccontare un film, un libro oppure un discorso elaborato il giorno prima, con tempi progressivamente ridotti.
•    Improvvisazione su un discorso di cui non si conosce nulla.
•    Report di cosa si è recepito: un allievo espone un discorso, un altro lo ripete per verificare in che modo lo ha appreso, infine ne cambia la modalità e finalità a richiesta del docente.

Parte quinta teorica e pratica: 2 ore
•    Le caratteristiche fondamentali dei due strumenti comunicativi chiamati ‘Storytelling’ e ‘Pitching’.
Esempi, tramite uso di video dei principali storyteller della scena teatrale contemporanea. Il teatro di narrazione e il suo successo popolare. Il teatro di impegno civile. La tradizione favolistica orale.
Esempi, tramite uso di video dei principali life-coach.
Esercitazioni con gli allievi.
•    Esporre a turno il pitch e lo storytelling della propria azienda o di un progetto proposto dal docente il giorno prima. Allenamento alle relative domande poste dall’uditorio.

Parte sesta teorica e pratica: 2 ore
•    I quattro archetipi della narratologia nel “Viaggio dell’eroe”: protagonista, antagonista, mentore, guardiano della soglia.
•    La scrittura di uno storyboard per accompagnare la propria presentazione.
•    L’uso dello storytelling all’interno della propria presentazione.
•    Dallo storytelling verbale al «digital storytelling».
Esercitazioni con gli allievi.
•    Raccontare una storia breve, la trama di un film o di un romanzo utilizzando ed evidenziando i quattro archetipi trattati.
•    Analisi dell’esercizio svolto su modalità, qualità espressiva, sintesi ed efficacia narrativa.
Considerazioni finali e conclusioni.

Pierpaolo Palladino
Note biografiche
è un drammaturgo che da anni segue le vicende e vicissitudini della nuova drammaturgia
contemporanea sia come autore che come attore e organizzatore.
Come autore i titoli che ama citare di più sono: “Tempo Zero” Premio IDI Autori Nuovi 1995
(pubblicata sulla rivista Hystrio n.3/1995, regia di Roberto Gandini). “Il Cappello del Papa”,
segnalato al Premio Tondelli ’96 e Premio IDI 1997 (con Ennio Coltorti e Massimo Wertmuller, regia di Maurizio Panici), “Una Vita Semplice” Premio Enrico Maria Salerno per la drammaturgia 2010 e la collaborazione con i teatri stabili di Bolzano, Roma e Calabria. L’interesse sia per la drammaturgia in senso stresso che per il teatro di narrazione lo portano a scrivere vari racconti teatrali, tra cui “Il Pellegrino” per Massimo Wertmuller, “La Banda” e “Senza Swing” per Flavio Insinna , “Al Pacino” e “La signora in Blues” per Cristina Aubry, e “Sputa la gomma! Il teatro va a scuola”, “La matematica sentimentale” e “L’amico di Fred” per se stesso come autore e interprete.
Nel 2011 debutta “L’albergo Rosso” con Ninetto davoli e Gabriella Silvestri per la regia di Federico Vigorito.
E’ autore delle sceneggiature “La volpe a tre zampe” il cui film è presentato al festival di Berlino 2004 e “Il Pellegrino”, tasto dalla versione teatrale, vincitori entrambi del fondo di garanzia per la cinematografia italiana come sceneggiature di interesse culturale nazionale.
E’ stato autore per la trasmissione radiofonica di Radio 3 “Teatrogiornale”.
Da anni dirige l’associazione culturale Racconti teatrali con cui ha organizzato varie manifestazioni teatrali, tra cui il festival Racconti al Parco, nell’ambito dell’Estate Romana e dedicato al teatro di narrazione e Autori per Roma la città e il mondo, in collaborazione col comune di Roma, con il Teatro Eliseo e con Radio 3, che ha commissionato a scrittori “Altritaliani”, ossia immigrati di prima o seconda generazione, testi da scrivere direttamente in italiano come prima lingua di appartenenza e legati tematicamente alla capitale ed ai suoi molteplici aspetti. Ha inoltre organizzato e prodotto la prima edizione di FabbricAzioni il festival in fabbrica a Cittaducale in provincia di Rieti e alcuni spettacoli di prosa come “Hard Love” di Motti Lerner e “L’amico di Fred- Storia immaginaria di Fred Buscaglione” e “Una vita semplice” entrambi scritti e diretti da Palladino.
Da molto tempo conduce laboratori teatrali che mirano all’integrazione di attori sia normodotati che portatori di handicap rielaborando drammaturgicamente e curando la regia di spettacoli come la Turandot, Robin Hood, Macbeth, Brancaleone e uno spettacolo basato sulle improvvisazioni degli stessi attori “Racconti Improvvisati”.
Collabora in un laboratorio rivolto ai detenuti “giovani-adulti” del braccio G8 del carcere di Rebibbia.


DURATA: 24 ore
QUOTA: € 180,00 (€ 150,00 per i soci di Spinaceto Cultura)
DOVE: Ass. Spinaceto Cultura Teatro Della Dodicesima – via C. Avolio, 60
PER ISCRIVERSI: Scrivere a info@spinacetocultura.it o chiamare 065073074 dal lun. al
ven. dalle ore 15 alle ore 19:30

 
if (is_page(3030)) { query_posts(‘cat=22‘); } ?>

Seguici su Facebook

Spettacoli

Le regole dell'amore perfetto

Sabato 16 e Domenica 17 Febbraio 2019 Una commedia brillante, divertente e dissacrante sui rapporti tra uomo e donna e sulle ...

Il naso di Gogolle

Sabato 5 gennaio ore 21:00 ER NASO DE GOGOLLE di Pierpaolo Palladino, con Francesco Acquaroli. Nicolaj Gogol fu amante e conoscitore di ...

Miseria e nobiltà

LI… BUATTARI & Spinaceto Cultura presentano: MISERIA E NOBILTA’ SPETTACOLI 23-24-25-30/11 e 01-02/12 Feriali ore 20:45; Festivi ore 17:30 PREZZI: int. € 12,00 rid. € ...

Stagione spettacoli per bambini

SPETTACOLI PER BAMBINI “Le favole non dicono ai bambini che i draghi esistono. Perché i bambini lo sanno già. Le favole ...

Amo l'opera

Inzia da Domenica 11 settembre, la mini stagione dedicata alla musica lirica: Sandro Ferri TENORE, Lorena Grazia Scarselli SOPRANO, Roberto ...

 

News

Seminari in programma 2019

MEGLIO NON ESSERE NATI, Laboratorio sulla TRAGEDIA a cura di ALESSANDRO MACHÌA QUANDO: dal 1 marzo al 17 maggio ...

BANDO PER RESIDENZE TEATRALI 2018/2019

Art. 1 FINALITÀ DEL BANDO L'Associazione Spinaceto Cultura Teatro Della Dodicesima con il presente bando rivolto alle compagnie ...

La festa del Sole

Sabato 9 giugno, nel giardino dell’Associazione Spinaceto Cultura, daremo vita alla festa del sole, con musica, libri, ...

Instagram

[jr_instagram id="2"] [custom-facebook-feed]

 

Dove siamo

Via Carlo Avolio, 60 - Roma (zona Eur-Spinaceto)